Benvenuto in Raineri Vivaldelli Editori
Free Call 3461033745

Leggenda Per Sempre

15,00

La nascita: Ferruccio Novo e Ernest Egri Erbstein

Il Grande Torino nasce nell’estate del 1939 quando l’industriale torinese Ferruccio Novo assunse la presidenza del AC Torino, presidenza che conservò fino al 1953.

Le prime mosse in granata furono quelle di riorganizzare la società seguendo i suggerimenti di Vittorio Pozzo, allora C.T. della Nazionale; rendere la gestione più simile ai modelli delle squadre inglesi. allora all’avanguardia: si circondò di collaboratori competenti, tra cui Rinaldo Agnisetta al quale venne affidato il ruolo di amministratore delegato, mentre la guida tecnica fu affidata a Ernest Egri Erbstein (che collaborò lungamente in incognito a causa delle leggi razziali in vigore), questi ultimi due periti a Superga.

Il primo acquisto di spessore effettuato da Novo fu il diciottenne Franco Ossola del Varese. In vista del campionato 1941/1942 portò in granata ben cinque nuovi giocatori Ferraris II, Romeo Menti, Alfredo Bodoira, Guglielmo Gabetto e Felice “Farfallino” Borel, un terzetto proveniente dalla Juventus.

Borel ed Ellena suggerirono a Novo di applicare nel Torino la tattica del “sistema”, un nuovo modulo di gioco che si affacciava in quegli anni. Sino ad allora la tattica che andava per la maggiore era il “metodo”, un tipo di disposizione più difensivo la cui forza era data soprattutto dal contropiede.

In Inghilterra si sviluppava la nuova tattica, detta “sistema” o “WM”, molto più offensiva. Un tipo di gioco certamente più difficile da assimilare e adottare durante la partita ma, se applicato nel modo giusto, certamente vincente. Novo approvò il suggerimento e decise di impostare il suo Torino su questa tattica.

COD: 978-88-99027-24-6 Categoria: Tag: , Product ID: 1694

Descrizione

Collana Extra
Autore Marco Bossi
ISBN

Informazioni aggiuntive

Peso 0.2 kg
Autore

Marco Basso